giovedì 3 maggio 2012

ROMA: IN DIFESA DELL'ACQUA E DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI



Roma, 

diecimila

 per l'acqua pubblica

 -
 -

Dietro allo striscione "Roma non si vende" hanno sfilato in diecimila, contro la volontà della giunta Alemanno di cedere ai privati il 21% delle quote di Acea, la municipalizzata che gestisce l'acqua della capitale.
-

  • IN DIFESA DELL'ACQUA E DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI
    PER I DIRITTI DEI LAVORATORI E LA DEMOCRAZIA

    ROMA NON SI VENDE!

    SABATO 5 MAGGIO
    MANIFESTAZIONE CITTADINA
    PARTENZA PIAZZA VITTORIO ORE 15.00



    Come associazioni, movimenti, comitati, forze politiche e sindacali abbiamo deciso di costruire una serie di mobilitazioni e, per Sabato 5 Maggio, un grande corteo per fermare la vendita di ACEA, il progetto di holding e il fallimentare bilancio di Alemanno.

    * * *

    Nonostante il voto referendario di oltre 26 milioni di persone – fra loro, 1.200.000 cittadini romani - il Sindaco Alemanno vuole vendere un ulteriore 21% delle quote pubbliche di Acea.

    Vuole fare cassa per coprire i buchi di bilancio provocati dalla sua stessa mala gestione.


    Vuole privatizzare la gestione di un bene essenziale, nonostante e contro la volontà dei cittadini.

    Vuole pregiudicare il futuro della città, dei suoi beni comuni e dei suoi servizi pubblici.

    Tutte e tutti insieme dobbiamo impedirlo!

    Per questo chiamiamo le donne e gli uomini di questa città ad una grande mobilitazione per l’acqua, per la difesa dei servizi pubblici locali e dei diritti dei lavoratori, per la democrazia.


    Per adesioni: romanonsivende@gmail.com
    www.romanonsivende.it

    IN DIFESA DELL'ACQUA E DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI PER I DIRITTI DEI LAVORATORI E LA DEMOCRAZIA ROMA NON SI VENDE! SABATO 5 MAGGIO MANIFESTAZIONE CITTADINA PARTENZA PIAZZA VITTORIO ORE 15.00 Come associazioni, movimenti, comitati, forze politiche e sindacali abbiamo deciso di costruire una serie di mobilitazioni e, per Sabato 5 Maggio, un grande corteo per fermare la vendita di ACEA, il progetto di holding e il fallimentare bilancio di Alemanno. * * * Nonostante il voto referendario di oltre 26 milioni di persone – fra loro, 1.200.000 cittadini romani - il Sindaco Alemanno vuole vendere un ulteriore 21% delle quote pubbliche di Acea. Vuole fare cassa per coprire i buchi di bilancio provocati dalla sua stessa mala gestione. Vuole privatizzare la gestione di un bene essenziale, nonostante e contro la volontà dei cittadini. Vuole pregiudicare il futuro della città, dei suoi beni comuni e dei suoi servizi pubblici. Tutte e tutti insieme dobbiamo impedirlo! Per questo chiamiamo le donne e gli uomini di questa città ad una grande mobilitazione per l’acqua, per la difesa dei servizi pubblici locali e dei diritti dei lavoratori, per la democrazia. Per adesioni: romanonsivende@gmail.com www.romanonsivende.it

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

Elenco blog AMICI