sabato 28 luglio 2012

Stati generali lanciati da Nichi Vendola

.


  • sala delle Corallaie Via delle Corallaie N° 10 Livorno


  • Trascorsi 120 anni dalla fondazione del Partito dei Lavoratori, la scadenza politica degli stati generali lanciati da Nichi Vendola costituisce anche simbolicamente e comunque in modo politicamente significativo un appuntamento fondamentale nel percorso di ricostruzione della Sinistra Italiana, che necessita di ritrovarsi ed unirsi nelle proprie radici comuni per poter da esse ripartire.


    Riteniamo che in tale sede non possa mancare il contributo rappresentato dalla prassi e dai contenuti del Socialismo Ecologista e Libertario quale risposta alternativa ed argine concreto all'opera totalizzante della mercificazione della persona umana e del suo
    lavoro.
    Gli stati generali dovranno pure costituire un'importante occasione per individuare le migliori modalità di rapporto con la sinistra europea per rivolgere pressanti sollecitazioni a tutte le forze concretamente progressiste per il loro ingresso, a pieno titolo, nella famiglia del Socialismo Europeo affinché esso divenga il motore essenziale di un grande e coordinato progetto politico, su base continentale, alternativo al potere economico-finanziario che sta instaurando una vera e propria dittatura di sistema.
    In questo quadro politico, si ritiene non possa essere ulteriormente procrastinabile la adesione al PES da parte di SEL affinché sia forza di potenziamento, con il suo ruolo ed il suo contributo, il processo realizzativo di tale progetto politico europeo, senza che naturalmente questo comporti la cessazione del dialogo e del confronto con le altre componenti della sinistra europea.
    Significativa del resto è stata, l’adesione di Gennaro Migliore e di Nichi Vendola al manifesto di Harlem Desir (PSF) “For a European socialist alternative ”.

    Bisogna far crescere il seme che porterà alla costituzione di un grande partito di un rinnovato Socialismo Europeo del XXI secolo, aggiornato alle sfide dei nostri tempi in continuità con i valori ereditati dalle antiche radici cui facevano riferimento il mondo del lavoro e tutti i meno abbienti, per la trasformazione della società in senso socialista.
    Oggi ci troviamo con il maggior partito del centro-sinistra, il PD, il cui gruppo dirigente, dopo aver abbandonato le definizioni di socialismo e di sinistra, da un lato appoggia un governo che nei fatti sta smantellando tutte le più grandi e significative conquiste sociali ed economiche realizzate in Italia con l'avvento dei primi governi di centro-sinistra e grazie alla stagione delle grandi lotte sindacali unitarie degli anni 60/70 a dall'altro si definisce progressista e dichiara di concordare con i programmi e le politiche del governo socialista di Hollande, così scadendo in un' insanabile contraddizione.

    Ciò non può comportare d' altronde la rinuncia ad un interlocuzione e ad una vera e propria offensiva unitaria di persuasione nei confronti dell' insieme di questo partito, i cui referenti sociali continuano oggettivamente in gran parte a identificarsi in quel popolo della sinistra che deve essere il principale animatore e protagonista degli stati generali.

    Questo popolo deve far sentire in maniera prorompente la propria voce reclamando un modo nuovo di fare politica, reclamando una nuova sinistra da ricostituire a partire dalla propria base sociale.

    Questo rinnovamento possiamo considerarlo già iniziato con le associazioni, i movimenti giovanili e femminili, dei precari, dei disoccupati e delle stesse componenti imprenditoriali e dell'artigianato più aperte e lungimiranti. Sono le forze che hanno costituito la base sociale e culturale dei grandi successi referendari, delle grandi vittorie dei sindaci dell' alternativa in ogni parte del paese, cosi come era avvenuto per la elezione del governatore della regione Puglia, che rappresenta oggi un importante laboratorio politico a disposizione per altre realizzazioni.
    Analizzata la situazione politica italiana e gli eventi storici che a questa situazione hanno condotto, riteniamo che il progetto politico lanciato da SEL sia oggi l'unico in grado di riannodare il filo rosso della più antica storia della sinistra italiana per la prima
    volta organizzatasi politicamente nel 1892.

    La nuova soggettività politica di sinistra autonoma e di governo che vorremmo, supera ovviamente le sterili contrapposizioni del passato, anche non remoto, consapevoli come siamo degli errori fatti costituiti all'accondiscendere all'egemonia neoliberista,
    quasi ritenuta ineluttabile e suscettibile solo di limitati correttivi, sia nell'adagiarsi in antagonismi velleitari di pura e semplice testimonianza senza proposte alternative concrete e praticabili.
    Al centro del nuovo progetto liberatorio, stanno certamente gli obbiettivi relativi ai beni comuni, ai diritti civili, ai diritti sociali e dei lavoratori, ad una seria politica per le energie rinnovabili e per lo sviluppo sostenibile.
    Primaria importanza rivestono le realizzazioni di una nuova qualità della vita e di moderne istanze di vera equità e di eguaglianza (senza mortificare il merito vero), in questa epoca nella quale i guasti e le ingiustizie prodotte dal sistema finanziario-capitalistico hanno impoverito la maggioranza dei cittadini che non vede lo sbocco alla crisi e neppure quale possa essere l'opzione politica che possa dare una risposta non illusoria per riaprire uno spazio di speranza nel futuro soprattutto delle nuove generazioni.

    Gli stati generali devono essere allora il momento per sviluppare un confronto largamente partecipato che tragga la sua forza dal relazionarsi tra persone vive, vere e non sia svilito ad uso e consumo di mediazioni tra apparati più o meno attrezzati.


    Consci che la gravità della situazione sociale e politica del paese non consente più inerzia o passivi, la Lega dei Socialisti di Livorno promuove un incontro a carattere nazionale diretto a tutti i circoli ed associazioni di ispirazione socialista per verificare la possibilità di fornire un utile contributo politico e culturale dei Socialisti per la Sinistra, anche non militanti nei partiti, agli stati generali, promossi da Nichi Vendola, assumendo l' impegno ad assicurare la più ampia partecipazione.

    LdSL


    Mappa della sala "Le Corrallaie" via delle Corallaie N°10 Livorno
    h

    Informazioni di carattere organizzativo:
    Il convegno si svolge a Livorno indetto dalla LdSL il giorno Domenica 05/08).
    Inizio lavori ore 09,30 pausa pranzo ore 13,00
    ripresa lavori ore 14,15 chiusura ore 16,30
    Si prega far pervenire le adesioni personali ,dei circoli e associazioni
    interessate unitamente al numero dei partecipanti entro il 31/07 per organizzare pranzo e pernottamento a prezzo speciale.
    Raccolti questi dati seguiranno tutte le necessarie e dettagliate
    informazioni come l'albergo che ci farà il prezzo migliore.
    (rivolgersi a Montauti 3474219599)


-

   . 
.
 .
 .

. .

lunedì 23 luglio 2012

Precari, il 26/7 a Montecitorio

Precari, il 26/7 ancora a Montecitorio: chiederanno assunzioni e stop concorso



Previsto pure un incontro al Senato coi rappresentanti della commissione Istruzione. Pronto un documento attraverso cui rivendicano immissioni in ruolo su tutti i posti vacanti e giudicano il ritorno al concorso pubblico “buffonesco e illegittimo”: Profumo diffidato dal bandirlo. Reputano le GaE l’unico canale di reclutamento valido.
L’afa estiva non sembra fiaccare la battaglia che diversi movimenti e coordinamenti dei precari stanno conducendo per salvaguardare i loro posti di lavoro: a pochi giorni dalla manifestazione del 16 luglio, il Cps ed altre sigle (in tutto una decina) hanno deciso di tornare davanti a Montecitorio. Stavolta l’appuntamento è per giovedì 26 luglio alle ore 15,00. A differenza dell’ultima contestazione, però, sembrano aver lasciato al loro destino i provvedimenti operati dal Governo per revisionare la spesa pubblica. Le richieste, infatti, puntano a chiedere il rispetto del piano triennale di assunzioni e di non bandire il concorso pubblico (che invece sarebbe imminente).
Dal Comitato precari scuola assicurano di aver già preso contatti coi parlamentari: sempre il 26 luglio, una loro delegazione sarà ricevuta dalla VII Commissione del Senato. In quell’occasione i precari presenteranno un documento attraverso cui vengono descritte e argomentate tutte le loro rivendicazioni. E le forti critiche per chi gestisce le sorti dell’istruzione pubblica.
“Anche il ministro Profumo, peraltro, come la Fornero – si legge nel documento dei precari che verrà consegnato ai senatori che si occupano di scuola - ha deciso di ‘dinamizzare’ il mondo della scuola, con una proposta parimenti irricevibile: quella di un nuovo concorso per insegnanti plurititolati, pluriabilitati e in cattedra, in moltissimi casi, da più di 10 anni come docenti precari, sfruttati e licenziati senza complimenti alla fine dell’anno scolastico”.
I precari rivendicano quindi “il piano triennale di assunzioni”, approvato dall’ultimo Governo Prodi, realizzato nemmeno per metà, “che è stato bruscamente interrotto, nel 2008, per lasciare il posto al più grande licenziamento di massa mai visto: 150.000 tra docenti e Ata “tagliati” dalla L.133 Gelmini-Tremonti”. Si scagliano quindi contro il ritorno dei concorsi pubblici, che in base alla normativa vigente prevede la metà dell’assorbimento dei posti vacanti da assegnare alle immissioni in ruolo. Il bando, che entro breve si farà con le attuali modalità mentre dalla prossima primavera cambierà profondamente volto - introducendo il numero dei posti in relazione a quelli vacanti, graduatorie a tempo e cadenza biennale - , viene osteggiato fortemente: al punto da essere definito un “buffonesco, dispendioso e illegittimo provvedimento”. Tanto che il Cps “annuncia che si opporrà con ogni mezzo e con ogni forza a tale cialtronesco tentativo di trasformare i diritti in una squallida ‘riffa’”.
I precari abilitati, circa 250mila, si dicono “stanchi di vessazioni ed esasperati, respingono dunque nel modo più assoluto ogni ipotesi di concorso, ribadendo che i docenti precari plurititolati e pluriabilitati inseriti nelle GaE hanno pieno e imprescrittibile diritto ad essere assunti tutti e subito e non si sottoporrano ad alcun’altra selezione, ritenendola umiliante, alogica e illegittima”. Ritengono, inoltre, che “le GaE costituiscono il canale di reclutamento unicamente valido e trasparente per le assunzioni del personale docente e non possono essere eluse né azzerate. Il ‘concorsone’ – ribadiscono - è stato sottoposto ad un’ampia riflessione teorica che sarebbe passatista rinnegare e inoltre rischia, nella contingenza attuale, data la crisi, di trasformarsi in una sconcia compravendita di posti, innescando squallidi meccanismi clientelari”.
Si rivolgono, infine, direttamente a Profumo. E lo fanno con toni molto decisi. “Il Coordinamento – riporta sempre il documento - diffida il ministro dal bandire l’oltraggiosa e costosa procedura selettiva che ha annunciato, senza alcuna ragionevolezza né ragione, di voler porre in atto, e torna a chiedere il ritiro dei tagli e l’immediata assunzione, che avverrebbe a costo zero, di tutti i precari delle GaE su tutti i posti che si renderebbero così disponibili”.

http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=38186&action=view
-

   . 
.
 .
 .

. .

venerdì 20 luglio 2012

Comitato Amici della Madonnetta


Comitato Amici della Madonnetta
 durante la manifestazione ci sarà l'evento "te la dò io la ripiantumazione", nel corso della quale sarà creata un'aiuola mettendo a dimora le piante che ogni partecipante porterà: VI ASPETTIAMO!!!!

-


.
 .
 .

. .

sabato 14 luglio 2012

MACAO PRESENTA: NOTTE SENZA FINE: Melancholia di Lav Diaz


 
MACAO PRESENTA
  • lunedì
  • 21.30

“NOTTE SENZA FINE: Melancholia di Lav Diaz”

Introducono alla visione RINALDO CENSI (ha insegnato storia del cinema a Pavia, curatore del cofanetto delle Histoire(s) du cinema di Godard, e critico e studioso di cinema sperimentale) e ENRICO GHEZZI (critico cinematografico, scrittore, autore. E' il responsabile di alcuni dei programmi più conosciuti di Rai Tre: Blob, Fuori Orario, Schegge, Magnifica Ossessione, Zaùm).

La durata del film (otto ore), i mezzi impiegati per realizzarlo, la difficile collocazione in una normale dimensione distributiva, sono alcune delle questioni che il film stesso sollecita. Oltre a questo, lo stile del film, la sua struttura, rendono evidente una “differenza” espressiva, lontana dagli stereotipi di molto cinema contemporaneo. Nel film di Lav Diaz, la dimensione politica (il film è la storia delle conseguenze di una repressione sanguinosa: ribelli e combattenti sono stati braccati dal regime militare, eliminati e fatti sparire; altri sono fuggiti, sopravissuti) ingloba forma e contenuto. Emerge dal film una politica della messa in scena: forma ellittica, lunghe inquadrature, sbilanciamenti e torsioni narrative. E una messa in scena della politica, ma senza facili didatticismi da “cinema di denuncia”: la politica è qui connessa a una forma memoriale, allusiva (emerge da oggetti, stralci di lettere, una canzone, una postura, uno sguardo: dal non detto), eppure è sempre lì, presente nel film. Anche questi sono aspetti su cui varrebbe la pena riflettere e discutere. Un cinema “differente” è oggi ancora possibile?


“Più ci si pensa e più appare curiosa la metamorfosi di Lav Diaz, questo piccolo cineasta dalla lunga criniera, un guitar hero ossessionato dal feedback, qualcuno che ha mosso i primi passi nel cinema commerciale filippino realizzando film pito-pito, produzioni low budget, girate e montante nel giro di due settimane, per poi giungere a realizzare magnifici corpus filmici dalla durata impossibile: veri e propri flussi visivi capaci di captare i magmatici movimenti dell’anima che riverberano e si materializzano nel suo paese, le Filippine.
(....)
Filmato in bianco e nero, Melancholia ipnotizza, spiazza per le sue invenzioni: è un film politico, per questo urgente. Bene ha fatto dunque la giuria della sezione Orizzonti capitanata da Chantal Akerman a premiarlo come miglior lavoro di finzione. Dietro la storia di una persecuzione politica (il regime filippino e la pulizia etnica dei suoi elementi considerati sovversivi, specie se comunisti) si muove un organismo complesso, una specie di fiore, una pianta esotica in perenne germoglio, che muta forma, specie, conformazione. Un film filippino di otto ore può interessare? Più o meno di un film etiope? Altra questione urgente, su cui sarebbe il caso di riflettere. Non ora, però. Nessuna polemica può smorzare la forza, il magnetismo che questo organismo in movimento sprigiona.
(….)
Questo film è un lungo e maestoso riverbero, simile a quello distorto che emerge dalla chitarra dello stesso Diaz in una sequenza del film. Il caos sonoro, la dissonanza, la materia sonica: il dolore e l’insensatezza trovano qui un’improvvisa forma di emersione. O una valvola di sfogo?”

Estratto da “Melancholia: l’ambiguo commercio con i propri fantasmi”. Di Rinaldo Censi.

Viale Molise, 68, Milano


-

  . 
.
 .
 .

. .

martedì 10 luglio 2012

Il 21 luglio,Genova 2001, a Roma. Ecco il programma.


Il 21 luglio a Roma. Ecco il programma.

-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

CAMPEGGIO NOTAV: LUN.16 H21 ASSEMBLEA POPOLARE



 LUN.16 H21 ASSEMBLEA POPOLARE AL CAMPEGGIO NOTAV

CALENDARIO CAMPEGGIO DALL’11 AL 22 LUGLIO

Pubblichiamo un primo calendario delle iniziative del Campeggio Notav di Chiomonte, il calendario è in via di definizione e verrà aggiornato passo per passo. DALL’11 AL 22 LUGLIO
MERC.11/07
h.9 Presidio al tribunale di Torino per la sentenza del processo di Nina e Marianna
h.18 ritrovo al campeggio per iniziativa
VEN. 13/07
h.16 incontro con il partigiano Ugo Berga a cura dell’Anpi Bussoleno-Chianocco-Foresto
Dibattito// URBEX:Decadenza urbana: quale vita? – Immagini sull’archeologia industriale
Video, scatti e testimonianze dal passato e presente industriale
Alessio Barettini introduce un viaggio all’interno dei relitti del progresso. Quale vita tra le macerie? Quale futuro? Segue dibattito.
SAB14/07
h21 Spettacolo di Ascanio Celestini
a seguire concerto con I Molesti
DOM.15/07
h.5.00 escursione al Rocciamelone, partenza dal cimitero di Mompantero
h16 Dibattito a cura dell’Anpi Bussoleno-Chianocco-Foresto
LUN.16/07
h.21 ASSEMBLEA POPOLARE
MART.17/07
h.21: dibattito con i comitati contro gli inceneritori di Roma e Napoli
MERC.18/07
h.18 ritrovo al campeggio per iniziativa
h21 Dibattito C’E’ LAVORO E LAVORO – Chi sono le ditte che lavorano per il Tav
GIOV 19/07
h19 apericena
concerto “Shaman Festival” a seguire musica a cura di Radio NOTAV
VEN20/07
h16 presidio informativo a Susa sulla campagna C’E’ LAVORO E LAVORO – Chi sono le ditte che lavorano per il Tav . Ritrovo davanti alla Ditta Lazzaro
h.20.30 Cena e concerto al presidio di Susa
SAB.21/07
h21 Passeggiata notturna intorno al cantiere
DOM .22/07
h18. Allenamento di Boxe all’aperto, davanti al cancello della Centrale, a cura della Palestra Popolare Antifa Boxe di Torino
h21 . Concerto RED EDGE (Blues)

http://www.notav.info/agenda/calendario-campeggio-dall11-al-21-luglio/

-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

venerdì 6 luglio 2012

FERMATE IL FEMMINICIDIO

 
 
"Donne e uomini del Parlamento, donne e uomini dei partiti della società questa è una vera e propria strage, crudele, misogina: impegniamoci tutti a fermarla, ognuno per la propria responsabilità. Non possiamo più fare finta che non accada niente nel nostro Paese! Voi avete una responsabilità in più, voi non potete stare a guardare. Questo Gruppo invierà i nomi dei suoi componenti alla Presidenza di Camera e Senato oltre al Presidente della Repubblica. Lo Stato italiano non può tollerare questa mattanza. Le leggi ci sono, ma evidentemente NON sono adeguate e la lotta delle tante associazioni non è sufficiente né adeguatamente SOSTENUTA. I componenti e le componenti questo gruppo, UOMINI E DONNE, vi CHIEDONO di FARE QUALCOSA SUBITO. Hanno scritto queste righe di appello Luisa e Daniela, me è come se l'avesse scritto ogni donna e uomo che resterà in questo Gruppo e che si adopererà a diffonderlo. 5 luglio 2012"

  • Donne e uomini del Parlamento, donne e uomini dei partiti della società questa è una vera e propria strage, crudele, misogina: impegniamoci tutti a fermarla, ognuno per la propria responsabilità. Non ...
  • 57 membri · Entra nel Gruppo
https://www.facebook.com/groups/437635532925071/

LEGGI ANCHE http://cipiri.blogspot.it/2012/07/abuso-dellimmagine-della-donna-fermate.html
-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

MILANO - SABATO 14 LUGLIO - CON LA SIRIA MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA' ...



MILANO - SABATO 14 LUGLIO - MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA' CON LA SIRIA...

-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

giovedì 5 luglio 2012

Giudice Luigi Tosti: rifiuta di tenere le udienze sotto il crocifisso cattolico


rifiuta di tenere le udienze sotto l’imposizione del crocifisso cattolico
Il 5 luglio 2012 prossimo verrà discusso dinanzi alla Corte di Appello dell’Aquila il ricorso che il Giudice Luigi Tosti ha proposto contro la condanna ad un anno di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici che gli è stata inflitta, nel 2008, dopo essersi rifiutato di tenere le udienze sotto l’imposizione del crocifisso cattolico. Il rifiuto è scaturito dalla circostanza che l’esposizione obbligatoria nei tribunali statali italiani di un simbolo confessionale viola non solo l’obbligo dello Stato Italiano – e quindi dei giudici – di amministrare la giustizia in modo visibilmente imparziale e neutrale, ma anche il diritto di libertà religiosa delle persone che, per ragioni di lavoro o di giustizia, sono obbligate a lavorare e/o frequentare gli uffici giudiziari.
Il Giudice Luigi Tosti è un cittadino italiano che, dopo aver superato un concorso pubblico, ha accettato di lavorare non in un tribunale ecclesiastico o della Santa Inquisizione, alle dipendenze del Vaticano, ma alle dipendenze del Ministero di Giustizia di una Repubblica “laica” e, quindi, in tribunali che non possono imporre né ai dipendenti né ai cittadini l’obbligo di condividere atti di manifestazioni di libertà religiosa né connotazioni religiose partigiane dell’attività giurisdizionale espletata. La Costituzione recita infatti che “la giustizia è amministrata in nome del popolo -e non in nome del dio dei cattolici- e che “i giudici sono soggetti soltanto alla legge”, davanti alla quale tutti i cittadini “sono eguali, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

"Trovo scandaloso e anticostituzionale che il Giudice Tosti debba subire un altro processo - ha dichiarato Margherita Hack - la sua vicenda ha dell'incredibile. Non è ammissibile che il dr.Tosti debba subire tutto questo per aver espresso la sua opinione. Siamo una Nazione laica e non abbiamo una religione di Stato!"
Democrazia Atea esprime pieno sostegno al Giudice Luigi Tosti nella sua e nostra battaglia per una società più civile, più democratica e più laica

https://www.facebook.com/events/440508569303129/445195145501138/?notif_t=plan_mall_activity

 ASSOLTO
Siamo felici di comunicare che il Giudice Tosti è stato assolto in quanto il fatto non sussiste. Le motivazioni della sentenza saranno pubblicate il 15 settembre 2012.
Facenti parte del collegio di difesa l'Avv.to Carla Corsetti e l'Avv.to Dario Visconti.


-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

lunedì 2 luglio 2012

Perdita del posto di lavoro : JABIL si organizza




la serata del 16 Luglio che si terrà a Inzago.Il delicato tema della perdita del posto di lavoro non va dimenticato o accantonato .Questa serata si svolge a distanza di un anno dall'inizio del nostro presidio che è il presdio lavoratori Jabil e saremmo lieti di vedere che non siamo stati dimenticati e che cè ancora voglia di dare risalto a quella che putroppo è una situazione che accomuna un numero sempre maggiore di lavoratori che si vedono privati ingiustamente di lavoro,dignità ed identità .Saremmo lieti di poterti avere fra noi ed anche del fatto che ci fosse ancora un'eco per dare voce a chi voce ne ha tanta ma spesso viene accantonato,come se avesse colpa della situazione che questo sistema ha creato e dalla quale non riesce ad uscire.Buona giornata e grazie per l'attenzione prestatami.

-

  . Get cash from your 

website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

Elenco blog AMICI

  • La 'Ndrangheta è Entrata in Senato - Interrogazioni, emendamenti e proposte: così la 'ndrangheta è entrata in Senato Tre onorevoli sarebbero stati a disposizione della cupola mafiosa di Regg...
    1 settimana fa
  • PuntoG : Orgasmo Femminile - LA RICERCA DEL PUNTO G Punto G, croce e delizia per tanti uomini. Sappiamo bene che l’ansia da prestazione degli uomini è proprio legata alla capacità d...
    3 settimane fa
  • Gaslux Ristrutturazioni - *Ristrutturazione Totale Completa* *Rifacimento Bagni* *Falegname* *Impianto Elettrico* *Posa Parquet* *Imbiancatura o Stucco Veneziano* *Impianto ...
    5 settimane fa
  • Rifacimento Bagni - *Ristrutturazione Totale Completa* *Rifacimento Bagni* *Falegname* *Impianto Elettrico* *Posa Parquet* *Imbiancatura o Stucco Veneziano* *Impianto Gas* *Po...
    5 settimane fa
  • Ue indaga su Amazon in Lussemburgo - *Ue indaga su Amazon in Lussemburgo* *Fisco, stangata Ue ad Amazon: restituisca 250 milioni a Lussemburgo* *Il Lussemburgo ha dato ad Amazon «vantaggi fi...
    1 mese fa
  • Gaslux : Collabora con Noi - *SE SEI UN LIBERO PROFESSIONISTA* *IDRAULICO o ELETTRICISTA* *diventa partner di Gaslux* *per implementare la Sicurezza Domestica in tutta Italia.* *Se...
    1 mese fa
  • ALEGRIA - *Alegria* *Come un lampo di vita* *Alegria* *Come un pazzo gridare* *Alegria* *Del delittuoso grido* *Bella ruggente pena,* *Seren* *Come la rabbia di ama...
    1 mese fa
  • "No woman no drive" a Sostegno delle Donne alla Guida - Arabia Saudita, storico decreto del re: le donne potranno guidare Cade un tabù a Riad: il re Salman ha finalmente concesso alle donne il permesso di guida...
    1 mese fa
  • La Notte delle Stelle Cadenti - Osservabili al meglio fra il 12 e il 13 agosto Manca poco alla notte delle stelle cadenti, la magica pioggia di meteore che riempie il cielo di agosto d...
    3 mesi fa
  • LA FORFORA - La forfora è costituita da detriti cellulari, cellule morte che si spargono sul cuoio capelluto. Queste cellule hanno origine negli strati bassi dell’ep...
    3 mesi fa