sabato 30 luglio 2011

Sosteniamo il PRESIDIO DI MONTECITORIO CONTRO LA CLASSE POLITICA


Luogo:MILANO P.ZZA DELLA SCALA
Ora:domenica 31 luglio 2011 1.00.00

Sosteniamo il PRESIDIO DI MONTECITORIO CONTRO LA CLASSE POLITICA

ROMA PRESIDIO FISSO



IL POPOLO SOVRANO PRETENDE 1° RIDUZIONE DELLO STIPENDIO DI PARLAMENTARI E AMMINISTRATORI PUBBLICI AD UN MAX DI 5.000 € 2° RIDUZIONE DI PARLAMENTARI E AMMINISTRATORI PUBBLICI DEL 50/60% 3° RIDUZIONE DELLE AUTO BLU DI ALMENO IL 90% 4° ABROGAZIONE DI RIMBORSI SPESA, VITALIZIO DI 3.000 €, PENSIONI PARLAMENTARI. 5° RIDUZIONE DELLE PENSIONI D'ORO AD UN MAX DI 5.000 € E TANTE TANTE ALTRE SPESE INUTILI... I SOVRANI SIAMO NOI !!! I PARLAMENTARI SONO NOSTRI DIPENDENTI E DEVONO FARE QUELLO CHE DICIAMO NOI !!! RESTEREMO AD OLTRANZA CON SCIOPERI DELLA FAME NIENTE BANDIERE E NIENTE COLORI. SEMPLICEMENTE UNITI !!! Nella battaglia della vita si può facilmente vincere l'odio con l'amore, la menzogna con la verità, la violenza con l'abnegazione.


.
.


Queste sono alcune delle proposte ...e (rimedi) che girano in rete, in quanto cittadini consideriamo essenziali per la rigenerazione del nostro sistema politico ed economico. Esprimi la tua opinione sulle proposte e proponi le tue soluzioni scrivendo nel gruppo:


  • ELIMINAZIONE DEI PRIVILEGI DELLA CASTA... DEI POLITICI: Controllo attento dell'assenteismo di coloro che hanno una carica politica. Prevedere sanzioni specifiche per chi non adempia alle proprie funzioni pubbliche.
  • Eliminazione dei privilegi fiscali e pensionistici . Equiparazione dello stipendio dei politici al salario medio a cui va aggiunta una quota minima strettamente necessaria ed indispensabile per l'esercizio delle funzioni pubbliche.
  • Eliminazione dell'immunità connessa alla carica politica. Rendere il reato di corruzione non prescrivibile.
  • Pubblicazione obbligatorio del patrimonio personale di tutti coloro che hanno una carica politica.
  • Riduzione delle cariche di sottogoverno assegnate discrezionalmente.
  • Contro la disoccupazione Distribuzione del lavoro attraverso la riduzione delle ore di lavoro e la conciliazione fino al termine della disoccupazione non strutturale ( cioè fino a quando la disoccupazione non diminuisca al di sotto del 5 per cento) . Allo scopo saranno accompagnate iniziative di legge atte a dare incentivi ai contratti di solidarietà particolarmente se a costo zero e potranno essere usati i fondi di cassaintegrazione e disoccupazione (ecc) per lavori socialmente utili, decisi da Corte dei Conti, in modo tale da integrare tali redditi.
  • Età di pensionamento fissata a 65 anni. Nessun aumento dell'età pensionabile fino a quando non sia terminata la disoccupazione giovanile.
  • Agevolazioni fiscali per le imprese che hanno una percentuale di lavoratori a termine inferiore del 10% (preferibile la formula, i lavori a termine devono essere meno vantaggiosi sia da un punto di vista fiscale che da un punto di vista del pagamento del lavoratore).
  • Sicurezza del posto di lavoro Impossibilità di licenziamento collettivo o per causa oggettiva per le grandi aziende che hanno ottenuto benefici fiscali o sovvenzioni statali (ahahah vedi FIAT in Italia) Controllo attento delle grandi aziende per evitare che utilizzino lavoratori con contratti a termine per lavori che dovrebbero essere a tempo indeterminato.
  • Ripristinare i lavori socialmente utili con una struttura non clientelare.
  • Espropriazione delle case costruite in piani di lottizzazione che sono rimaste invendute al fine di porle sul mercato ad un canone equo (in Italia non funziona, quindi espropriazione e vendita a piccole rate di questi e di immobili che non vengano utilizzati per un periodo di 10 anni). L'espropriazione prevede un ragionevole rimborso.
  • Aiuti per consentire la locazione di una casa ai giovani e a tutti quelli che non hanno i mezzi per pagare un affitto di mercato (che non superino il costo di affitto medio della provincia, altrimenti ti chiederanno di aiutarli a pagargli un affitto in centro extra-lusso, che poi è solo costoso).
  • No ai doppi incarichi,chiunque sarà assunto per rappresentare L'italia non potrà svolgere altre funzioni.
SERVIZI PUBBLICI DI QUALITÀ:

  • Eliminazione di enti inutili nella pubblica amministrazione e l'istituzione di controllo indipendente dei bilanci e dei costi.
  • Reclutamento di personale sanitario per eliminare le liste d'attesa e turni su 24 ore fino a che l'attesa non scenda ai 14 giorni massimo (si sfruttano meglio le strutture) senza indicazioni diverse del richiedente (se uno pretende un certo posto ed un certo medico, le cose si complicano).
  • Riduzione del costo delle tasse scolastiche in tutte le istruzione universitaria, equiparare il prezzo dei corsi di laurea ai livelli.
  • Finanziamento pubblico della ricerca per assicurare la sua indipendenza.
  • Trasporti pubblici a basso costo razionalizzando il sistema, maggiori restrizioni sulla strada privata del traffico nel centro delle città incentivando le zone pedonali, costruzione di piste ciclabili.
  • Risorse sociali locali: efficace attuazione della legge di dipendenza, reti di accompagnatori locali comunali, mediazione locale e servizi di mentoring. (?)

CONTROLLO DELLE BANCHE:

  • Divieto di qualsiasi salvataggio o iniezione di capitale alle banche: quelle istituzioni in difficoltà devono fallire o essere nazionalizzate per formare un sistema pubblico di banche sotto controllo sociale.
  • La raccolta delle imposte alla banca in proporzione diretta alla spesa sociale causato dalla crisi generata dalla sua cattiva gestione.
  • Ritorno per le casse pubbliche da tutte le banche fornite di capitale pubbliche.
  • Divieto di investimenti offshore le banche.
  • Sanzioni sulla speculazione e malcostume come normativa bancaria.
  • Contrasto a livello europeo di ogni paradiso fiscale e segreto bancario, con eventuale boicottaggio verso chi non si adegua.

TASSAZIONE:

  • Aumento l'aliquota d'imposta a grandi fortune e banche.
  • Recupero dell'imposta di ricchezza ( tassazione maggiorata grandi ricchezze)
  • Effettivo ed efficace controllo e contrasto di capitali per i paradisi fiscali e frode fiscale.
  • Promozione a livello internazionale per l'adozione di una tassa sulle transazioni internazionali (Tobin tax).
LE LIBERTÀ IN QUANTO CITTADINO E DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA:

  • Eliminazione di leggi restrittive della libertà su internet se non comportamenti inclusi in altri reati.
  • Protezione della libertà di informazione e giornalismo investigativo, i personaggi pubblici ed affini sono esclusi dal concetto di tutela della privacy (come già era stabilito prima che i politici facessero il baccano)
  • Obbligato e vincolante referendum per problemi di media e vasta portata che modificare le condizioni di vita dei cittadini.
  • Referendum obbligatorio per qualsiasi introduzione di provvedimenti emessi dall'Unione Europea.
  • L'indipendenza del sistema giudiziario: riforma della figura del pubblico ministero per garantire l'indipendenza, non per la nomina dei membri della Corte costituzionale e il Consiglio generale della magistratura dall'esecutivo ramo.
  • L'attività dei giudici deve essere giudicata da parti terze, e in casi gravi, il giudice è ritenuto responsabile in proprio dei danni o altrimenti punito se commette troppi palesi errori.
  • Istituzione di meccanismi efficaci per garantire la democrazia interne partiti politici.

LA RIDUZIONE DELLE SPESE MILITARI







. Creme Solari, protezione media, alta e molto alta. .

venerdì 29 luglio 2011

1000 giovani per la pace

Vieni al Meeting "1000 giovani per la pace"

Il 23 e il 24 settembre, alla vigilia della Marcia Perugia-Assisi, si svolgerà il Meeting "1000 giovani per la pace". Una straordinaria occasione per progettare insieme una vita migliore. Leggi il programma e iscriviti subito!

Articolo di: La redazione
Foto di Floriana Lenti
      
Alla vigilia della Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza dei popoli del 25 settembre 2011, la Tavola della pace e il Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani organizzano un Meeting di "1000 giovani per la pace".

Il Meeting dei giovani si svolgerà a Bastia Umbra (Perugia) il 23 e 24 settembre 2011 sul tema: Pace, lavoro e futuro. L’obiettivo è riunire mille giovani impegnati a coltivare i valori della nonviolenza, della giustizia, della libertà, dei diritti umani, della pace e della responsabilità. Al Meeting saranno invitati anche i giovani del Mediterraneo che stanno lottando per la libertà, la democrazia e il rispetto dei diritti umani.

Il Meeting consentirà ai giovani di essere protagonisti di una grande iniziativa di pace. Un’occasione unica per vivere un’esperienza straordinaria, per incontrare altri giovani, per confrontarsi e progettare insieme nuovi percorsi di pace.

Il Meeting si svolgerà in uno spazio dove sarà possibile discutere e progettare insieme e in gruppi di lavoro, fare e ascoltare musica e teatro, mangiare e dormire con il sacco a pelo.

La partecipazione è aperta a tutti i giovani interessati. I giovani interessati potranno essere protagonisti anche della progettazione e dell’organizzazione del Meeting. Servono creatività, visione e impegno.

Con questo spirito vi invitiamo a:

1.    aderire al Meeting e sostenere la sua organizzazione;
2.    promuovere il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei giovani della vostra organizzazione e del vostro territorio.

I giovani che intendono partecipare al Meeting dei Giovani e alla Marcia Perugia-Assisi devono compilare e inviare subito la scheda di adesione al Meeting che trovate in allegato.

Per ulteriori informazioni e per aderire:
Tavola della Pace, via della viola 1 (06100)
Tel. 075/5736890 - fax 075/5739337 - email: segreteria@perlapace.it - www.perlapace.it



.
.

mercoledì 27 luglio 2011

MANDIAMOLI IN TILT , Flash Mob a Montecitorio




MANDIAMOLI IN TILT

 

Flash Mob a Montecitorio





Ora
venerdì 29 luglio · 12.00 - 13.00

Luogo

Creato da

Maggiori informazioni
“MANDIAMOLI IN TILT!” DAVANTI MONTECITORIO FLASH MOB CONTRO IL SISTEMA CHE HA PRODOTTO QUESTA FINANZIARIA: PER UN PRESENTE DIVERSO

Venerdì alle ore 12:00 in piazza Montecitorio si terrà “Mandiamoli in Tilt”, un flash mob promosso da una rete di movimenti, comitati, associazioni della sinistra diffusa: in piazza verrà riprodotta e abbattuta una prigione per raffigurare la condizione di precarietà e di assenza di prospettive per i giovani causata da due decenni di politiche errate e inadeguate che hanno raggiunto un nuovo apice con l'ultima manovra finanziaria.

Manifestiamo contro una politica che guarda solo ai propri interessi di casta, che difende con violenza i propri privilegi aumentando le diseguaglianze sociali, una gerontocrazia che ignora un mondo in rapida trasformazione e si appella ad una vana responsabilità ed è incapace di aprire qualsiasi genere di prospettiva; un sistema fondato su quelle paure che in tutta Europa stanno generando mostri fuori controllo tutt'altro che isolati.

Siamo stati definiti la generazione "senza futuro", la prima che sta peggio dei propri genitori, la generazione precaria a vita. Oggi noi ci uniamo per diventare protagonisti del nostro presente e lo facciamo a modo nostro, mandando simbolicamente in “Tilt” il sistema che ha prodotto questa classe dirigente.

Lo faremo venerdì davanti a Montecitorio e ci troveremo a fine agosto a Roseto degli Abruzzi per contribuire alla costruzione di una rete nazionale che sta già emergendo, perché è questo il nostro tempo e insieme potremo partecipare finalmente in modo diretto alla costruzione di un Paese migliore.

per info: tiltcamp@gmail.com

http://www.tiltcamp.it/

Tilt Camp!
Nel gioco del flipper, il tilt è l'interruzione della partita che si verifica quando il giocatore, per impedire alla pallina di andare in buca e finire il giro, scuote violentemente la macchina. Ci sembra la metafora giusta per definire lo stato in cui si trova un'intera generazione. La nostra. Siamo lì a scuotere il Paese per fare in modo che non siano altri a chiudere una partita per noi, siamo qui per conquistarci un altro giro.

Ci siamo sentiti dire per anni che siamo la generazione "senza futuro", la prima generazione che sta peggio dei propri genitori, la generazione precaria a vita. Oggi finalmente vogliamo provare a ragionare di noi, tentando di individuare - nella partecipazione e nel confronto politico - un percorso che ci renda davvero protagonisti del presente.

Molti di noi hanno fatto o fanno parte di partiti del centrosinistra, stanno dentro associazioni, fanno parte di comitati, animano movimenti. A partire da qui, crediamo e sentiamo "oggi più che mai" il bisogno di uscire dalla frammentazione e di costruire un progetto politico della sinistra partecipato e aperto: che parta dai territori, dall'incontro tra esperienze diverse, dalla condivisione, dalla pratica per obiettivi, dalla sfida della complessità e non dalla semplificazione o dalla finta unità a scopo auto conservativo.

"Tilt" è uno spazio di riflessione e di confronto, di ascolto e di presa di parola. Si articolerà in quattro giorni, affronterà le questioni che troppo spesso stanno fuori dall'agenda politica del Paese: lavoro, giustizia sociale e diritti sono solo alcuni dei temi sui quali vogliamo costruire la nostra "sinistra" del presente.

A Roseto degli Abruzzi, nella regione martoriata dal terremoto, inizia la nostra "ricostruzione" simbolica. Dal 31 agosto al 4 settembre daremo vita ad un vero e proprio villaggio della politica e della partecipazione: workshop, seminari, dibattiti, assemblee, presentazioni di libri, proiezioni video, interviste collettive ai protagonisti della scena politica italiana.

Ascolto, presa di parola, confronto e, soprattutto, socialità e divertimento. L'appuntamento è in un camping sul mare, con piscina, campo da tennis e di calcetto. Con bungalow da quattro e cinque posti letto (due stanze doppie), con servizi igienici e cucina. A un prezzo di 25 euro al giorno compresa la cena (95 euro per tutto il soggiorno).

Vi aspettiamo.

Tilt - Conquistiamoci il nostro giro!





.
. . Creme Solari, protezione media, alta e molto alta. .

venerdì 22 luglio 2011

FLASHMOB INDIGNATI ROMA , sabato 23 luglio 2011


SVEGLIAAAAA

 

FLASHMOB

 

INDIGNATI ROMA 

 

sabato 23 luglio 2011





.
.

.



.


Si sottolinea che essendo il movimeto APARTITICO si chiede di non portare BANDIERE POLITiCHE e di USARE TERMINI O GESTI NEL PIU TOTALE RISPETTO DEL PROSSIMO


Inizio percorso ore 18:00 Largo di Torre Argentina: 1°flashmob


seconda tappa Piazza TRilussa: 2° flashmob


termine percorso: Castel Sant'Angelo 3° flashmob


ore 21:00 assemblea pubblica a Castel Sant'Angelo


Si realizzerà un flashmob il cui slogan è "Sveglia!E' ora di Indignarsi!", a Torre Argentina, piazza TRilussa e Castel Sant'Angelo. I partecipanti dovranno portare sveglie, il più kitsch e grosse possibili, pentole coperchi e cucchiai, stile cacerolasos argentini.L'intenzione è di attirare l'attenzione il più possibile e farci conoscere!!!!!Si daranno i flyer per invitare all'assemblea pubblica che si terrà alle 21 nell'ultimo punto del flashmob: Castel Sant'Angelo.Entro domenica dovremmo avere una bozza pronta di flyer e una parte di video pronto, da far girare per pubblicizzare l'evento del 23.



. Creme Solari, protezione media, alta e molto alta. .

PC: Come Smettere di Fumare

Come Smettere di Fumare







.
Come Smettere di Fumare

.

.
Come Smettere di Fumare

.


Uno dei grossi problemi che hanno le persone che tentano di smettere di fumare sono i sintomi ad esso connessi. Smettere può risultare parecchio traumatico e può comportare sintomi anche piuttosto gravi. Alle volte è



PC: Come Smettere di Fumare: "Come Smettere di Fumare . . . . Uno dei grossi problemi che hanno le persone che tentano di smettere di fumare sono i sinto..."

. .

giovedì 21 luglio 2011

carnaval-fantasias: ADESSO BASTA, Piazza Affari, Milano, Flash mob...

 

 

ADESSO BASTA


 

Piazza Affari

 

Flash mob di protesta


mercoledì 27 luglio · 19.00 - 19.30





carnaval-fantasias: ADESSO BASTA, Piazza Affari, Milano, Flash mob...: " ADESSO BASTA Piazza Affari Milano Flash mob di protesta mercoledì 27 luglio · 19.00 - 19.30 . . Ora mercoledì 27..."

.
.

BLOG DI CIPIRI: GENOVA , 2001 , 2011 , LORO LA CRISI , NOI LA SP...

LORO LA CRISI , NOI LA SPERANZA , Sabato 23 luglio Corteo – Concerto


Sabato 23 luglio Corteo – Concerto

GENOVA 2011






BLOG DI CIPIRI: GENOVA , 2001 , 2011 , LORO LA CRISI , NOI LA SP...: "Sabato 23 luglio Corteo – Concerto GENOVA 2011 . . Sabato 23 luglio Corteo – Concerto 0re 15.00-16.30 – Sampierdarena – 4 Pia..."

..

martedì 19 luglio 2011

20 luglio 2011, ricordando Carlo Giuliani Manifestazione spettacolo a Roma




20 luglio 2011

ricordando Carlo Giuliani Manifestazione spettacolo a Roma





.
.


Ora
mercoledì 20 luglio · 20.00 - 23.30

Luogo
ROMA - Città dell'altra economia - Largo Dino Frisullo (Ex- Mattatotio Testaccio)

Creato da

Maggiori informazioni
A 10 anni dal G8 di Genova del 2011. A 10 anni dall’uccisione in piazza Alimonda di Carlo Giuliani. Per ricordare le ragion e gli ideali per i quali Carlo è stato ucciso, la repressione brutale delle manifestazioni contro il vertice dei potenti, le violenze alla scuola Diaz e alla caserma di Bolzaneto ad opera del governo Berlusconi/Fini, il Comitato Piazza Carlo Giuliani promuove per il 20 luglio a Roma una manifestazione spettacolo in coordinamento con le iniziative di Genova 2011.

ore 20.00 - Presentazione del libro Per sempre ragazzo, racconti e poesie dedicati a Carlo Giuliani, con la curatrice Paola Staccioli e altri scrittori che hanno partecipato al libro.

La vendita del libro servirà a finanziare le iniziative del Comitato Piazza Carlo Giuliani.

Il libro, con postfazione di Haidi Giuliani e una scheda di Giuliano Giuliani, contiene racconti e poesie di: Carmelo Albanese, Fulvia Alberti, Cristiano Armati, Nanni Balestrini, Francesco Barilli, Sergio Bianchi, Pino Cacucci, Massimo Carlotto, Geraldina Colotti, Maria Rosa Cutrufelli, Erri De Luca, Girolamo De Michele, Marco Di Renzo, Valerio Evangelisti, Annamaria Fassio, Roberto Ferrucci, Eros Francescangeli, Daniela Frascati, Ermanno Gallo, Fabio Giovannini, Giulio Laurenti, Paolo Nori, Alessandro Pera, Lidia Ravera, Marco Rovelli, Marco Sommariva, Paola Staccioli, Stefano Tassinari, Roberto Tumminelli, Lello Voce.

- Reading con l’attrice Cloris Brosca. Alla chitarra Nicola Puglielli

- Ma non spegni il sole. Monologo di Attrice contro

- Collegamento in diretta con le iniziativa di Genova

- Proiezioni di video e filmati su Genova 2001

Ore 22.00 CONCERTO

- I.D.P. Istituzioni di Diritto Proletario

- Ginko (Villa Ada Posse) & Shanty Band
Special guest: Baracca Sound, WsW Wufer (Acoustic Impact)

Promuove: Comitato Piazza Carlo Giuliani

ADERISCONO: Anpi Sezione Don Pietro Pappagallo - Associazione Andavamo a Pomponazzi - Associazione Dhuumcatu - CARTA - Circolo Comunista TLC e Informatica Roma - Circolo romano amici de “il manifesto” - Comitato 1° maggio - Comitato madri per Roma città aperta – Comitato no Masterplan Torbellamonaca - Comunisti-Sinistra Popolare Roma - Comunisti resistenti – Conunisti uniti Lazio - Cooperativa di autorecupero San tommaso d'Aquino 11 - Federazione della Sinistra, Roma - Giovani Comunisti Roma - Giuristi democratici - GoGreenEnergy - Gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà della Provincia di Roma - Partito dei Carc, Sezione romana - Rete dei comunisti - Sinistra Ecologia Libertà, Area metropolitana di Roma - Sinistra Ecologia Libertà, X Municipio Roma

Gualtiero Alunni Comitato No Corridoio RM-LT - Paola Badessi - Giovanni Barbera, Presidente del Consiglio Municipio Roma XVII - Lucia Bruno - Domenico Calderoni RSU SSC - Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI - Daniela Cortese RSU Telecom Sparkle - Claudio Grassi, segreteria nazionale Prc - Silvio Di Francia - Marco Foroni - Maria Vittoria Molinari Pres. CdQ Torbellamonaca - Luigi Nieri, capogruppo Sel Regione Lazio - Claudio Ortale, FdS, vice presidente XIX Municipio - Antonio Parisella, professore di storia contemporanea - Gianluca Peciola, consigliere provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà e responsabile Welfare Sel Area Metropolitana di Roma - Vittorio Sartogo e Lucio Triolo Ass.ne Otherearth - Massimiliano Smeriglio, Assessore alla Formazione e al Lavoro Provincia di Roma - Adriana Spera - Domenico Zeuli RSU TelecomItalia

Per adesioni e info su prossimi appuntamenti scrivere a p.staccioli@tiscali.it






. Creme Solari, protezione media, alta e molto alta. .

Appello alla Francia per protezione Dignité






We are all on the Freedom Flotilla 2

Maggiori informazioni
URGENTE / URGENT

E' MEGLIO TELEFONARE, VISTA L'URGENZA
IT'S BETTER TO CALL, IT'S REALLY URGENT

da Anne O'Leary
https://www.facebook.com/n​otes/anna-oleary/urgent-he​lpemail-and-demand-that-th​e-french-gov-protect-digni​t%C3%A9-al-karama-flotil/2​05274876191085

Chiediamo che il Governo Francese protegga la Dignité Al Karama
Questa piccola barca coraggiosa sta navigando verso Gaza

Demand that the French Gov. Protect Dignité Al Karama
This brave little ship is sailing to Gaza.

Potete copiare e incollare la lettera che segue, o scriverne una vostra. Gli indirizzi mail si trovano al link sottostante. Le Ambasciate più importanti sono a Washington DC, Londra e ovviamente se potete contattare Sarrkozy.

You can copy and paste the letter below, or write your own. The email addresses are in the links below. The most important ambassadorial posts are in Washington DC, London and of course if you can contact Sarkosy.

TESTO MAIL / TEXT FOR MAILING

To His Excellency, the French Ambassador.

Your Excellency,
I urgently request that you protect your citizens and those others on board the French ship Dignité which is heading to Gaza. There is a French Navy ship within range of Gaza.

http://is.gd/4NgS3G
The above link is to a Ship Named: A758 BEAUTEMPS-BEAUPRE French Navy Hydrographic vessel.

This Ship is French Navy owned and in range of Gaza......so please get them to offer protection to the Dignité
Your help will be much appreciated by the free world,

Yours Sincerely,

--------------------------​----
CONTACT EMBASSIES
http://www.embassyworld.co​m/Embassies_Of_France/

PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA, Mr. Nicolas Sarkozy
http://www.elysee.fr/presi​dent/la-presidence/ecrire-​au-president/adresser-vos-​messages-a-nicolas-sarkozy​.11220.html

Ambasciata di Francia a Washington DC, USA
Indirizzo 4101 Reservoir Road, NW, Washington DC 20007
Telefono 1 202 944 60 00
E-mail info@ambafrance-us.org
Fax 1 202 944 61 66

Ambasciata di Francia a Londra, UK
French Embassy in the United Kingdom
58 Knightsbridge
London SW1X 7JT
Presse.LONDRES-AMBA@diplom​atie.gouv.fr

Consolato Generale di Francia a Tel Aviv
Consulat Général de France
Immeuble Migdalor
11ème étage
BP 26126
1/3 rue Ben Yehuda
62261 TEL AVIV
Tel : +972.3.520.85.00
Télécopie : +972.3.520.85.28/29
Courriel : consulat@ambafrance-il.org

Consolato Generale di Francia a Gerusalemme
(modulo online)
http://www.consulfrance-je​rusalem.org/spip.php?artic​le2192

Rappresentanza di Francia in Italia:
http://www.ambafrance-it.o​rg/spip.php?article2008
tel. 06 68601500
e-mail : consulat-rome@france-itali​a.it






.
.

lunedì 18 luglio 2011

BLOG DI CIPIRI: GENOVA , 2001 , 2011 , LORO LA CRISI , NOI LA SP...

lunedì 18 luglio 2011

GENOVA , 2001 , 2011 , LORO LA CRISI , NOI LA SPERANZA





CALENDARIO EVENTI
http://www.genova2011.org/



BLOG DI CIPIRI: GENOVA , 2001 , 2011 , LORO LA CRISI , NOI LA SP...: "CALENDARIO EVENTI http://www.genova2011.org/ Mese Luglio Ven 1 Sab 2 Dom 3 Lun 4 Mar 5 Mer 6 Gio 7 ..."

.

domenica 10 luglio 2011

NON TOCCATE LA LEGGE 104 ,FATE VIVERE CON DIGNITA ,LE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI E LE LORO FAMIGLIE




Oppure firma senza facebook 
 
NON TOCCATE LA LEGGE 104! FATE VIVERE CON DIGNITA? LE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI E LE LORO FAMIGLIE! Parlamentari, politici, amministratori, cittadine e cittadini, la legge 104, quella norma approvata dal Parlamento Italiano nel 1992 e riconosciuta a livello mondiale come una delle forme più alte di solidarietà sociale e di sviluppo civile nel settore dell?integrazione delle persone con disabilità, rischia di essere stravolta da una modifica proposta dall?attuale maggioranza di governo, che intende di fatto eliminare i permessi retribuiti dei familiari per l?assistenza alle persone invalide, in situazione di gravità, non ricoverate nelle strutture socio sanitarie, ma assistite a casa dai familiari stessi. Inoltre il governo intende ridurre, eventualmente ad un solo familiare, la fruizione dei permessi per l?assistenza, relegando nuovamente le donne (e chi se no?) al ruolo di ?angelo del focolare? e allontanandole dal lavoro. Le motivazioni del governo e del ministro Brunetta sono a dir poco superficiali: ci sono degli abusi; dietro a questi permessi si nascondono i ?fannulloni?, quelli che ?non hanno voglia di lavorare? e che rubano lo stipendio nella pubblica amministrazione e sono, dunque, all?origine dei ?mali dell?economia italiana?; bisogna tagliare sulle spese ... Si cominci, dunque, dall?assistenza, dagli handicappati (ma non si chiamavano persone in situazione di handicap nella legge 104? Anche i nomi hanno una loro importanza!), dai malati, dalle persone che non possono o non sanno difendersi ?. Il linguaggio del Ministro Brunetta (e dei suoi colleghi di schieramento politico) e questi toni ricordano, ahimè, le teorie e le pratiche di eliminazione delle cosiddette ?vite inutili? (handicappati, malati psichici, non autosufficienti) negli anni Trenta in Germania (programma ?eutanasia?), poi seguite dallo sterminio di ebrei, di ?zingari?, di Testimoni di Geova, di omosessuali, di oppositori antinazisti e antifascisti tra il 1939 e il 1945. Oggi assistiamo al riemergere con forza e senza pudore o vergogna della mentalità che vede chi non produce (o sembra non essere ?produttivo?) come un peso per la società. Chi si occupa di assistere i familiari in situazione di handicap diventa ?un fannullone?; chi sta male ?finge per non lavorare?. Noi, persone in situazione di handicap, che viviamo tra mille difficoltà, che lavoriamo come e quanto possiamo, vorremmo avere una ?bacchetta magica? per far provare, far fare esperienza diretta a questi signori (solo per pochi mesi, per un anno) di cosa significa avere bisogno di costante e totale assistenza, vivendo in famiglia, con due genitori che lavorano, con nonni anziani, con ?famiglie allargate?, in città dove costruire barriere architettoniche è ancora consuetudine, dove non ci sono controlli né sanzioni per chi viola le leggi che tutelano la mobilità dei disabili (ma anche di anziani e di mamme con bambini in carrozzina), dove i parcheggi riservati ai veicoli dei disabili sono occupati dai suv dei ?superman? o dalle ?macchine blu?, o dalle autovetture, dai motorini di cittadini qualsiasi che pensano solo ai propri interessi, ritmi, affari. E noi che firmiamo la petizione la pensiamo allo stesso modo. Forse basterebbe far vivere una breve esperienza in sedia a rotelle, o chiusi in casa a letto, senza potersi muovere a Firenze, o a Venezia, o a Bologna o a Bari e Napoli per capire perché la Legge 104 non va toccata! Ma, forse, la sofferenza affrontata con dignità e coraggio è ancora un privilegio di pochi: tutti gli altri sono ancora convinti di poter contare sull?eterna giovinezza. L?Italia è un paese che ha leggi molto avanzate, ma spesso non ha gli strumenti (o non vuole trovarne) per controllare il rispetto delle norme e la tutela dei diritti di tutti i cittadini e le cittadine (anche i disabili, gli invalidi, gli handicappati, le persone in situazione di handicap sono cittadini e cittadine). L?Italia è uno stato dove il venire meno della responsabilità sociale ed individuale, dell?impegno solidale, del rispetto reciproco, della valorizzazione delle differenze e il contemporaneo sviluppo di una sorta di ?terrore della diversità? sta producendo ?mostri?, che un tempo si chiamavano razzismo, intolleranza, violenza, bullismo ? e oggi? E? da qui che bisogna partire: non si può ?buttare via l?acqua sporca del bagno con dentro il bambino?, scriveva un filosofo del XX secolo. In ogni caso, per il politico che non fosse informato, va ricordato che per ottenere il diritto ai permessi retribuiti per assistenza agli handicappati gravissimi non si ?pagano mazzette?: è necessario che la persona da ?assistere?, abbia una invalidità accertata dalle Commissioni Istituzionali pari al 100% e sia sottoposta ad una ulteriore visita da parte di una Commissione Collegiale Istituzionale che ne stabilisca lo ?stato di gravità?: se sono stati commessi degli abusi, si provveda a rimuovere Commissioni, dirigenti, responsabili amministrativi, non a togliere i diritti agli onesti! Di questo si dovrebbe occupare il Ministro Brunetta e i suoi colleghi di Governo: ripristinare la legalità e dare il buon esempio di onestà morale ed intellettuale. Facciamo dunque appello a tutte le persone che non hanno chiuso occhi, mente, cuore in cassaforte insieme al denaro o ai lingotti d?oro per paura o per avidità; facciamo appello ai politici e alle politiche che fanno il loro lavoro ?per servizio? della collettività e non ?per ambizioni di potere?; facciamo appello a tutte le persone in situazione di handicap e alle loro famiglie, perché non si pieghino davanti a queste nuove minacce di esclusione; facciamo appello a giornalisti e giornaliste, alla stampa locale e nazionale, all?Università e agli Istituti di ricerca; facciamo appello alle Associazioni di Volontariato, alle Chiese e alla Comunità Ebraica, al Presidente della Giunta Provinciale, al Consiglio Provinciale, ai Sindaci, ai Consigli Comunali, alle Intendenze Scolastiche, agli Istituti Pedagogici, alle scuole, agli insegnanti e ai dirigenti scolastici, alle cooperative, alle strutture socio-sanitarie e riabilitative, alle nuove generazioni, ai cittadini e alle cittadine: NON TOCCATE LA LEGGE 104! DATE VOCE A CHI VIVE IN SILENZIO, CON PUDORE E CON DIGNITA?, CON CORAGGIO E CON TENACIA LA LOTTA QUOTIDIANA CONTRO L?ESCLUSIONE DELLA FRAGILITA? UMANA DALL?ORIZZONTE SOCIALE. Firmate questo appello: sarà inviato a Deputati e Senatori del Parlamento Italiano, ai membri del Governo, al Presidente della Repubblica, al Presidente della Giunta Provinciale di Bolzano. Milena Cossetto, dirigente scolastica, giornalista, docente universitaria, responsabile culturale dell?Associazione di Volontariato ?Il Nostro Spazio-Ein Platz für uns? di Bolzano ? cittadina in sedia a rotelle, Bolzano Emanuela Diodà, assistente sociale, presidente dell?Associazione di Volontariato Il Nostro Spazio-Ein Platz für uns, Bolzano. Hanno aderito: Grazia Andrich, Rivoltella, Brescia Alberto Berger ? Polis, Bolzano Nicole Bettanini, Bolzano Daniela Bolelli, psichiatra e psicanalista, Pisa Laura Bottesi, Bolzano Giulio Clamer, dirigente scolastico, Bolzano Laura Cocciardi, Bolzano Maria Teresa Dal Cero, Bolzano Mauro De Carli, insegnante Lisa d'Orio, Merano Marzio d'Orio, Merano Pietro d'Orio, Merano Giovanna Ghezzi, Bolzano Marilena Giorgetti Franco Grigoletto, giornalista/traduttore Lorena Ianes, Bolzano Edda Lenarduzzi, insegnante, Bolzano Ornella Masera, Bolzano Tiziana Marcolin, funzionario del Comune di Bolzano Serenella Margotti, Bolzano Renzo Miclet, dirigente scolastico, Bolzano Annamaria Molin Ferremi, Consigliere Comunale Referente per le problematiche dell?Handicap del Comune di Bolzano Marina Morello, Bolzano Maria Lenarduzzi, Merano Mario Pintarelli Bolzano Anna Pintarelli Bolzano Flavio Pintarelli Bolzano Roberta Pinton, segretaria amministrativa presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano Mia Pollinger, Bozen Salvatore Portaro, Dottore in Tecniche Audioprotesiche, forte sostenitore dell'ossigeno-ozono terapia, padre di un bambino autistico Valeria Ribolli Bolzano Elide Savioli, San Candido (Bz) Alessandra Salvaggio Jolanda Savioli Sartori, Bologna Elisabetta Scarano, Bolzano Magda Simone, psicologa, Bolzano Silvia Spada, Bolzano Verena Stenico, Bolzano Ornella Tarullo Silvana Trevisan, insegnante scuola primaria, Bolzano Mariateresa Tomada, Consigliere Comunale Bolzano Antonella Vidoni, Bolzano Alma Zanfrà, Bolzano




 . Creme Solari, protezione media, alta e molto alta. .

Aboliamo le Province , Firma e ferma gli sprechi



Aboliamo le Province



Firma e ferma gli sprechi
 
A settembre torneremo tra la gente per raccogliere le firme per un disegno di legge di iniziativa popolare: tutti insieme, dobbiamo cancellare la parola "Province" dalla Costituzione.
Servono 50mila firme, ma siamo sicuri che in tanti ci daranno una mano e alla fine saranno molte di più: è giunto il tempo di un nuovo patto, una rappresentanza reale, tra cittadini e politica, di cittadini che si muovono in prima persona.
Questa iniziativa, come è successo con i referendum, sarà la battaglia di un'intera società civile e non solo di una forza politica. E grazie alla mobilitazione della cittadinanza attiva, che ha segnato i momenti più significativi della nostra società recente, vincerà tutta l'Italia. Da qui partiremo con chi ci vorrà stare con tutte le prossime iniziative, altri referendum per abbattere finalmente i costi della Casta.
La raccolta di firme ufficiale, tra documenti da presentare e gazebo da organizzare, partirà questo autunno. Ma non dobbiamo aspettare neanche un minuto per cominciare a "contarci" e a entrare in contatto.
Qui sotto potete già firmare una pre-raccolta, solo online: lasciando la mail e (eventualmente) il numero di cellulare vi informeremo di tutti i prossimi passaggi, di quando e dove si organizzeranno i banchetti, dei tempi e delle modalità.
Firma e ferma gli sprechi: sarà solo il primo passo verso un nuovo modo, veramente partecipato, di fare politica.

KLIKA X FIRMARE

http://www.italiadeivalori.it/index.php?option=com_petitions&view=petition&id=244




.
.

sabato 9 luglio 2011

BLOG DI CIPIRI: Se Non Ora Quando a Siena, SABATO 9 LUGLIO, DOMENI...

“Se non ora quando?” una festa all’insegna della leggerezza in rosa con Flash mob e Spettacolo di musica e parole!
I cittadini senesi ma anche quelli di passaggio, sono invitati in Piazza del Campo sabato 9 luglio alle ore 20.15 per partecipare in massa al flash mob delle donne di “Se non ora quando?”



BLOG DI CIPIRI: Se Non Ora Quando a Siena, SABATO 9 LUGLIO, DOMENI...: " Se Non Ora Quando a Siena IL PROGRAMMA SABATO 9 LUGLIO 11:50 accoglienza e proiezioni video del 13 febbraio. 12:00 saluti di Tat..."








..

giovedì 7 luglio 2011

Altroconsumo indice una Class Action per garantire, a tutti gli abbonati RAI aderenti, un risarcimento per la lesione di diritti costituzionalmente garantit






Class Action contro violazione del Contratto di Servizio Pubblico RAI

Nel corso del 2010, la RAI è stata inadempiente
agli obblighi di realizzare un'informazione libera,
obiettiva e corretta.

Altroconsumo indice una Class Action
per garantire, a tutti gli abbonati RAI aderenti,
un risarcimento per la lesione di diritti
costituzionalmente garantiti.

Altroconsumo ha promosso un'Azione Collettiva Risarcitoria contro la tv di Stato. All'udienza del 22 il Tribunale ha disposto un rinvio all'8 luglio. Chiediamo in favore di chi ha pagato il canone per il 2010 un risarcimento di 500 euro per il danno causato dai comportamenti della Rai. Aderite, più siamo più contiamo.
Aderisci anche tu alla nostra Class Action
http://www.altroconsumo.it/class-action-rai-p388683/partn/acnwsbnr.htm


.
.

sabato 2 luglio 2011

BLOG DI CIPIRI: No al bavaglio ad Internet , La Notte della Rete, ...

BLOG DI CIPIRI: No al bavaglio ad Internet , La Notte della Rete, ...: "No al bavaglio ad Internet La Notte della Rete Non sarà una vigilia tranquilla per l'Agcom: sarà, piuttosto, 'La Notte della ..."

sabato 2 luglio 2011

No al bavaglio ad Internet , La Notte della Rete, 5 luglio







No al bavaglio ad Internet

La Notte della Rete



Non sarà una vigilia tranquilla per l'Agcom: sarà, piuttosto, "La Notte della Rete". Il 5 luglio, a 24 ore dall'approvazione della Delibera definita "ammazza-Internet" dai blogger italiani, artisti, esponenti della rete, leader politici, cittadini e utenti del web si troveranno a Roma per una no-stop contro il provvedimento.

Martedì 5 luglio dalle 17.30 alle 21 alla Domus Talenti a Roma
( via delle Quattro Fontane, 113 ) partecipa anche tu alla nostra mobilitazione. Fai sentire la tua voce!

venerdì 1 luglio 2011

Nessuno tocchi Report








Anche il mondo politico a sostegno di Report. Firmano Di Pietro, Vendola, Zaccaria, Vita, Tabacci, Perina, Granata, Ferrero, Rinaldi, Bonelli



"Oltre 5mila firme in poche ore, migliaia di condivisioni sui social network e centinaia di messaggi. Questo il primissimo risultato in meno di un giorno dell'appello promosso da Articolo21 per contrastare qualsiasi ipotesi di cancellazione della trasmissione "Report" di Milena Gabanelli. Centinaia di lettori-telespettatori che si rivolgono ai vertici Rai, perchè garantiscano alla trasmissione la copertura legale di cui ha bisogno, e alla conduttrice affinchè non demorda". Lo affermano in una nota il direttore di Articolo21 Stefano Corradino.
Tante, autorevoli e trasversali le adesioni nel mondo politico. Hanno sottoscritto infatti numero esponenti del centro sinistra tra cui Antonio Di Pietro (Idv), Nichi Vendola (Sel), Roberto Zaccaria e Vincenzo Vita (Pd) Paolo Ferrero e Rosa Rinaldi (Federazione delle Sinistre), Angelo Bonelli (Verdi) ma hanno voluto firmare ed esprimere il proprio sostegno a Report anche Bruno Tabacci (Api) e i deputati Flavia Perina e Fabio Granata (Fli)".
"A questo punto - commenta Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo21 - non si tratta solo di dire no all'ennesima espulsione ma anche ad ogni ipotesi di leggi bavaglio, di nuove censure, di nuovi riti di obbedienza alle logge vecchie e nuove. Per questo chiederemo a tutti coloro che generosamente hanno raccolto questo appello di progettare insieme tutte le inziative possibili comprese due grandi manifestazioni in contemporanea  a Roma e a Bruxelles davanti alle sedi del parlamento italiano ed europeo. Mobilitazioni senza distinzioni di schieramento che uniscano quanti non intendono rassegnarsi alla logica del bavaglio".
Tra i primi a firmare l’appello Roberto BENIGNI, Nicoletta BRASCHI, Roberto SAVIAN0, Antonio TABUCCHI, Andrea CAMILLERI, Vinicio CAPOSSELA, Dario FO, Franca RAME, Fiorella MANNOIA, Michele SERRA, Natalia ASPESI, Giancarlo De DE CATALDO, CAPAREZZA, Lidia RAVERA, Lorenzo Cherubini (JOVANOTTI), Moni OVADIA, Fabrizio CASINELLI, Stefano BOERI, Armando SPATARO, Antonio DI PIETRO, Augusto BIANCHI, Carmen COVITO, Renato SARTI, Armando MASSARENTI, Salvatore BRAGANTINI, Fabio VACCHI, TEATRO ELFO PUCCINI (Elio De Capitani, Cristina Crippa, Fiorenzo Grassi, Ferdinando Bruni, Ida Marinelli, Corinna Agustoni)
L'APPELLO“Report è la principale trasmissione d'inchiesta della televisione italiana, quella con il miglior rapporto costo-ascolti e il più alto indice Qualitel. Report è una trasmissione di servizio pubblico che ogni anno, solo di pubblicità, porta nelle casse della Rai quasi 5 milioni di euro a fronte di un costo di poco più di 2 milioni.
Report è il programma di approfondimento giornalistico che ha raccolto più riconoscimenti in Italia e all'estero.
Report è uno dei simboli del servizio pubblico.
La Rai ha confermato Report nel palinsesto autunnale, eppure il futuro della trasmissione è concretamente a rischio. Perché apprendiamo che la Direzione Generale dell'azienda intende sospendere la copertura legale al programma.
È chiaro che per Report libertà d'informazione significa potersi difendere dalle querele per diffamazione e dalle cause per risarcimento danni, che possono avere anche un carattere intimidatorio.
Report, in questi anni, ha affrontato decine di cause e non ne ha mai persa una.
Senza copertura legale Report muore.
Senza Report la televisione pubblica smette di raccontare i problemi del Paese”.
LEGGI E SOTTOSCRIVI L'APPELLO

"Nessuno tocchi Report"

Report è la principale trasmissione d'inchiesta della televisione italiana, quella con il miglior rapporto costo-ascolti e il più alto indice Qualitel.
Report è una trasmissione di servizio pubblico che ogni anno, solo di pubblicità, porta nelle casse della Rai quasi 5 milioni di euro a fronte di un costo di poco più di 2 milioni.
Report è il programma di approfondimento giornalistico che ha raccolto più riconoscimenti in Italia e all'estero.
Report è uno dei simboli del servizio pubblico.
La Rai ha confermato Report nel palinsesto autunnale, eppure il futuro della trasmissione è concretamente a rischio. Perché apprendiamo che la Direzione Generale dell'azienda intende sospendere la copertura legale al programma. È chiaro che per Report libertà d'informazione significa potersi difendere dalle querele per diffamazione e dalle cause per risarcimento danni, che possono avere anche un carattere intimidatorio. Report, in questi anni, ha affrontato decine di cause e non ne ha mai persa una.
Senza copertura legale Report muore.
Senza Report la televisione pubblica smette di raccontare i problemi del Paese.
Dopo aver rinunciato ad Annozero di Michele Santoro e a Vieni via con me di Fabio Fazio e Roberto Saviano diciamo basta: la Rai non può perdere anche Report di Milena Gabanelli!
Firma anche tu per Report nel servizio pubblico.


Primi firmatari:
Roberto BENIGNI, Nicoletta BRASCHI, Roberto SAVIAN0, Antonio TABUCCHI, Andrea CAMILLERI, Vinicio CAPOSSELA, Dario FO, Franca RAME, Fiorella MANNOIA, Michele SERRA, Natalia ASPESI, Giancarlo De DE CATALDO, CAPAREZZA, Lidia RAVERA

Nuova adesioni:
Lorenzo Cherubini (JOVANOTTI), Moni OVADIA, Fabrizio CASINELLI, Stefano BOERI, Armando SPATARO, Jean Leonard TOUADI, Nicola TRANFAGLIA, Vittorio EMILIANI, Laura GARAVINI, Franco SIDDI, Antonio DI PIETRO, Nichi VENDOLA, Bruno TABACCI, Flavia PERINA, Fabio GRANATA, Filippo ROSSI, Paolo FERRERO, Rosa RINALDI, Angelo BONELLI, Augusto BIANCHI, Luca FRANCESCONI, Carmen COVITO, Renato SARTI, Armando MASSARENTI, Salvatore BRAGANTINI, Fabio VACCHI, TEATRO ELFO PUCCINI (Elio De Capitani, Cristina Crippa, Fiorenzo Grassi, Ferdinando Bruni, Ida Marinelli, Corinna Agustoni)
Nome *
Cognome *
E-mail *
Indirizzo
Città (Prov.)
Professione
LA NEWSLETTER DI ARTICOLO 21
Iscriviti - Cancellati
Messaggio
 http://www.articolo21.org/91/appello/nessuno-tocchi-report.html




.
.

Elenco blog AMICI

  • La 'Ndrangheta è Entrata in Senato - Interrogazioni, emendamenti e proposte: così la 'ndrangheta è entrata in Senato Tre onorevoli sarebbero stati a disposizione della cupola mafiosa di Regg...
    1 settimana fa
  • PuntoG : Orgasmo Femminile - LA RICERCA DEL PUNTO G Punto G, croce e delizia per tanti uomini. Sappiamo bene che l’ansia da prestazione degli uomini è proprio legata alla capacità d...
    3 settimane fa
  • Gaslux Ristrutturazioni - *Ristrutturazione Totale Completa* *Rifacimento Bagni* *Falegname* *Impianto Elettrico* *Posa Parquet* *Imbiancatura o Stucco Veneziano* *Impianto ...
    5 settimane fa
  • Rifacimento Bagni - *Ristrutturazione Totale Completa* *Rifacimento Bagni* *Falegname* *Impianto Elettrico* *Posa Parquet* *Imbiancatura o Stucco Veneziano* *Impianto Gas* *Po...
    5 settimane fa
  • Ue indaga su Amazon in Lussemburgo - *Ue indaga su Amazon in Lussemburgo* *Fisco, stangata Ue ad Amazon: restituisca 250 milioni a Lussemburgo* *Il Lussemburgo ha dato ad Amazon «vantaggi fi...
    1 mese fa
  • Gaslux : Collabora con Noi - *SE SEI UN LIBERO PROFESSIONISTA* *IDRAULICO o ELETTRICISTA* *diventa partner di Gaslux* *per implementare la Sicurezza Domestica in tutta Italia.* *Se...
    1 mese fa
  • ALEGRIA - *Alegria* *Come un lampo di vita* *Alegria* *Come un pazzo gridare* *Alegria* *Del delittuoso grido* *Bella ruggente pena,* *Seren* *Come la rabbia di ama...
    1 mese fa
  • "No woman no drive" a Sostegno delle Donne alla Guida - Arabia Saudita, storico decreto del re: le donne potranno guidare Cade un tabù a Riad: il re Salman ha finalmente concesso alle donne il permesso di guida...
    1 mese fa
  • La Notte delle Stelle Cadenti - Osservabili al meglio fra il 12 e il 13 agosto Manca poco alla notte delle stelle cadenti, la magica pioggia di meteore che riempie il cielo di agosto d...
    3 mesi fa
  • LA FORFORA - La forfora è costituita da detriti cellulari, cellule morte che si spargono sul cuoio capelluto. Queste cellule hanno origine negli strati bassi dell’ep...
    3 mesi fa