domenica 13 marzo 2016

Matteo Salvini restituisci 59 milioni di euro allo Stato



Truffa sui finanziamenti elettorali, la Lega nei guai 
Richiesta di risarcimento per 59 milioni di euro

“Rendiconti falsificati per i rimborsi elettorali, la Lega restituisca 59 milioni di euro allo Stato”. La richiesta arriva da Camera e Senato, che si sono costituite parti civili nel processo a Genova contro l’ex segretario Bossi e l’ex tesoriere Belsito. Per la Camera, il danno ammonterebbe a 22 milioni di euro. Per il Senato, a 17 milioni. A cui vanno sommati interessi e danni di immagine e morali. Il totale è maggiore rispetto al danno che aveva contabilizzato la procura in 40 milioni di euro.

La novità – come riportato oggi da Repubblica – è che le somme non riguarderebbero solo la gestione del Senatur e dello storico tesoriere – imputati nel processo – ma anche il cosiddetto periodo della “ramazza”, la gestione di Maroni e del suo delfino, Salvini, che si sono insediati alla guida della Lega nella primavera del 2012, arrivando poi, il primo, alla guida della Regione Lombardia, e il secondo alla segreteria del movimento.

“Le condotte truffaldine contestate agli imputati – si legge nella citazione di Camera e Senato contro la Lega di Bossi e Belsito-, proprio nella fase di certificazione ed attestazione della corretta e conforme gestione economica e patrimoniale del partito politico in coerenza con la funzione che la nostra carta Costituzionale gli affida per la determinazione della vita politica nazionale, ove confermate all’esito della verifica dibattimentale, sono state tali da aver arrecato inequivocabilmente un gravissimo danno al prestigio ed alla immagine delle Istituzioni parlamentari ed alla stessa essenziale funzione svolta dalle stesse”.

Un danno che oggi potrebbe costare davvero caro, sia alla coppia Bossi-Belsito, imputata nel processo, sia a quella Maroni-Salvini, estranea al procedimento specifico ma chiamata in causa da alcuni passaggi procedurali. Proprio dentro il vecchio e il nuovo, infatti, rischia di esserci uno strascico più che polemico. La difesa di Bossi, ritiene che a rimborsare la cifra debba essere la Lega in quanto tale, che Bossi dichiara di aver lasciato a Maroni-Salvini con un bilancio in attivo da cui prelevare le somme nel caso si dichiarassero percepite illecitamente. Ma chi è venuto dopo declina ogni responsabilità e scarica tutto sulle condotte individuali. Lo scontro è appena iniziato e nel corso del processo se ne vedranno ancora.

LEGGI ANCHE




FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .

MUNDIMAGO


.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

Elenco blog AMICI